Stampa

Luigi Russo, scrittore e storico locale

Postato in Artisti

(San Prisco, 7 agosto 1966 - studioso, ricercatore e saggista)                

   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dopo la laurea in Lettere moderne, nell’indirizzo storico moderno e contemporaneo, mi

sono dedicato soprattutto a ricerche e studi storici sulla provincia di Terra di Lavoro, in particolare ai secoli XVIII e XIX.

Ho frequentato come borsista il Corso di formazione superiore in “Storia del Risorgimento” (2001-2002) e in “Storia” (2002-2003) presso l’Istituto Italiano

per gli Studi Filosofici di Napoli.

Ho collaborato con l’Istituto di Storia del Risorgimento – Comitato di Napoli a un lavoro sulle fonti del Catasto Provvisorio di Terra di Lavoro (2002) e col

Dipartimento di Storia della Facoltà di Lettere e Filosofia – Università degli studi “Federico II” di Napoli a un lavoro sulle fonti del Catasto Provvisorio di Terra di Lavoro e di Principato Ultra (2001 -2004). Ho scritto articoli e saggi per diverse riviste: «Rassegna Storica dei Comuni», edita dall’Istituto Studi Atellani, «Archivio Storico del Caiatino», edita dall’Associazione storica del Caiatino, «Rivista di storia e cultura del Mediterraneo», «Storia del mondo» e «Annuario Associazione storica del Medio Volturno».

Attualmente collaboro con la «Rivista di Terra di Lavoro», bollettino on-line dell’Archivio

di Stato di Caserta in qualità di membro del Comitato scientifico e di redazione).

 

Negli ultimi anni mi sono dedicato principalmente a lavori sulla biografia di personaggi storici: Mattiangelo e Pietro Saverio Forgione, Alessandro d’Azzia, Lelio Parisi, Giulio Mastrilli, Luigi Macedonio, Michele Bassi, Francesco Saverio Petroni, Giovanni Giusti, Cesare e Saverio Boccardi, Antonio Sanzò, Francesco di Ruggiero, Michele Filangieri, Giuseppe e Francesco Daniele.

 

 

 

VOLUMI PUBBLICATI

 

2019  Proprietari e famiglie di Recale (1132-XIX secolo) (E-book - Streetlib).

 

2019 Casagiove olim Casanova e Coccagna. Studi e ricerche (E-book - Streetlib).

 

2019 Personaggi e famiglie di Capua fra XVII e XIX secolo (E-book - Streetlib).

 

2019 Proprietari e famiglie di San Prisco agli inizi del XIX secolo (E-book - Streetlib).

 

 

2019 Proprietari e famiglie di Pontelatone agli inizi del XIX secolo (E-book - Streetlib).

 

 

2013 Il Catasto Provvisorio di San Potito, in N. Santacroce – L. Russo, San Potito Sannitico tra riformismo borbonico e Decennio franceseDue Catasti a confronto, cura del «Centro Studi Francesco Daniele», Caserta.

 

2009 Francesco Saverio Petroni, politico e studioso abruzzese.

 

2007 San Prisco nel Settecento, Capua.

 

2007 La montagna e le sorgenti di S. Angelo in Formis contese tra la città di Capua e la famiglia Baja di San Prisco in D. De Rosa - L.Russo, Antichi acquedotti e fontane di Capua, edizioni Pro Loco Capua, Capua.

 

2002 Pontelatone agli inizi dell’Ottocento, Capua (San Prisco).

 

2000 San Prisco agli inizi del XIX secolo, L’Aperia società editrice, Caserta.

 


ARTICOLI E SAGGI

 

2019 Lettera e canzone di Giuseppe Daniele all'abate Serassi, «Rivista Terra di Lavoro», a. XIV, n. 1, aprile 2019, pp. 86-95.

 

2019 Lettere di Francesco Daniele all'abate Pier Antonio Serassi, «Rivista Terra di Lavoro», a. XIV, n. 1, aprile 2019, pp. 96-118.

 

2019  Il casale di Recale nel 1665. Nuova numerazione dei fuochi dell'Università di Recali, «Rivista Terra di Lavoro», a. XIV, n. 1, aprile 2019, pp. 67-85

 

2018 Carbonari di Terra di Lavoro, «Rivista Terra di Lavoro», a. XIII, n. 2, ottobre 2018, pp. 104-216.

 

2018 San Prisco nel XVII secolo: documenti, personaggi e vicende con note storiche sui primi documenti dal 1020, «Rivista Terra di Lavoro», a. XIII, n. 1, aprile 2018, pp. 1-18 - ISSN 2384-9290.

 

2018 Lettere di Francesco Daniele al dottor Giovanni Bianchi di Rimini, «Rivista Terra di Lavoro», a. XIII, n. 1, aprile 20187, pp. 94-118 - ISSN 2384-9290.

 

2018 Antonio d'Ayala Valva e la Cassa Rurale Cattolica di San Prisco (1897), «Rivista Terra di Lavoro», a. XIII, n. 1, aprile 20187, pp. 119-127 - ISSN 2384-9290.

 

2017    Lettere di Francesco Saverio Petroni a Teodoro Monticelli, segretario perpetuo dell’Accademia delle Scienze, «Rivista Terra di Lavoro», a. XII, n. 1, aprile 2017, pp. 89-130.

2017 Lettera di Francesco Daniele a Giovanni Paolo Schultesius (1809), «Rivista Terra di Lavoro», a. XII, n. 1, aprile 2017, pp. 78-88.

2016 Il marchese Alessandro d’Azzia (1774-1834) nell’età napoleonica, «Storia del mondo», n. 82, marzo 2016.

 

2016 Lettere di Francesco Daniele al principe di Torremuzza, «Rivista Terra di Lavoro», a. XI, n. 1, aprile 2016, pp. 68-86 - ISSN 2384-9290.

2016 Giulio Mastrilli, intendente di Terra di Lavoro, «Rivista Terra di Lavoro», a. XI,

n. 1, aprile 2016, pp. 87-91.

 

2015 Ruolo di Francesco Daniele nel Decennio francese attraverso alcune lettere a personaggi capuani, «Rivista Terra di Lavoro», a. IX, n. 1, aprile 2015.

 

2015 Luigi Macedonio, da cadetto de marchesi di Ruggiano a ministro delle Finanze del regno delle Due Sicilie (1764-1840), «Rivista Terra di Lavoro», a. IX, n. 1, aprile 2015.

 

2014 Michele Filangieri: da cadetto della famiglia dei principi di Arianello a funzionario del regno di Napoli (1766-1829), «Rivista di storia e cultura del Mediterraneo», a. III, 3.

 

2014 La famiglia Maienza di San Nicola la Strada. Ricerca storico-genealogica, Napoli.

 

2013 La Carboneria nei comuni del Medio Volturno, «Annuario dell’Associazione Storica del Medio Volturno», a. 2013.

 

2013 La Carboneria in alcuni comuni di Terra di Lavoro, «Storia del mondo», n. 72, Luglio- Settembre 2013.

 

2013 Luigi Macedonio, autorevole ministro e consigliere di Stato del regno di Napoli(1764-1840), «Rivista di storia e cultura del Mediterraneo», a. II, n. 2. ISSN 2281-1494.

 

2013 Francesco di Ruggiero, sindaco carbonaro di San Prisco, «Rassegna Storica dei Comuni», a. XXIX (n.s.), n. 176-181, pp. 118-122.

 

2013 Antonio Sanzò sindaco di San Prisco e consigliere provinciale, «Rivista di Terra di Lavoro», a. VII, n. 1-2, Caserta. ISSN 2384-9290.

 

2013 Lettere di Giovanni Giusti al cavaliere Teodoro Monticelli, segretario perpetuo dell’Accademia delle Scienze, «Rivista di Terra di Lavoro», a. VII, n. 1-2, Caserta. ISSN 2384-9290.

 

2011 Saverio Boccardi, sorvegliato politico di San Prisco, «Rivista di Terra di Lavoro», a. VI, n. 1-2, novembre 2011, pp. 47-57. 

 

2011 La Carboneria nei Comuni del Caiatino, «Archivio storico del Caiatino», vol. VII, Capua, pp. 133-155.

 

2011 Note biografiche su Giovanni Giusti, intendente e studioso di Dragoni, «Archivio storico del Caiatino», vol. VII, Capua, pp. 157-166.

 

2010 I Regolamenti di Polizia urbana e rurale di San Prisco (1828-36) con i profili biografici dei sindaci Cesare Boccardi e Domenico Cipriano, «Rassegna Storica dei Comuni», n. 160-161, Frattamaggiore Maggio-Agosto.

 

2010 Frattamaggiore nel Collegio dei Dottori di Napoli (1710-1739), II parte, «Rassegna Storica dei Comuni», n. 158-159, Frattamaggiore, Gennaio- Aprile.

 

2010 San Prisco1897. Costituzione della prima Cassa rurale cattolica della Provincia, «Le Muse», a. XII, n. 34-36, 2010, pp. 39-42.

 

2009 Cittadini di Capua nel Collegio dei Dottori di Napoli (1610-1811), «Storia del mondo», n. 60, 15 dicembre 2009.

 

2008 Progetti di restauro degli acquedotti di Capua (1803-1806), «Rivista di Terra di Lavoro», a. III, n. 2, ottobre 2008, Caserta. ISSN 2384-9290.

 

2008 Consiglieri dIntendenza di Terra di Lavoro nel Decennio francese, «Rivista di Terra di Lavoro», a. III, n. 1, aprile 2008, Caserta. ISSN 2384-9290.

 

2008 Caiatini nel Collegio dei Dottori di Napoli (1706-1800), IIª Parte, «Archivio Storico del Caiatino», vol. VI, Capua.

 

2008 Frattamaggiore nel Collegio dei Dottori di Napoli (1601-1691), «Rassegna Storica dei Comuni», n. 148-149, Frattamaggiore Maggio- Agosto.

 

2008 La chiesa di S. Augusto nel territorio di San Prisco. Note ad una pergamena longobarda del 1020, «Storia del mondo», n. 53 Aprile.

 

2007 Succivo nel Catasto Provvisorio, «Rivista di Terra di Lavoro», a. III, n. 2, ottobre 2008, Caserta. ISSN 2384-9290.

 

2007 Note biografiche su Lelio Parisi di Moliterno (1754-1824,) «Rassegna Storica dei Comuni», n. 142-143, Frattamaggiore Maggio-Dicembre 2007.

 

2007 Provvisioni del Consiglio Collaterale per lUniversità di Caiazzo e Caiatini nel Collegio dei Dottori di Napoli (1608-1747), Iª Parte, «Archivio storico del Caiatino», vol. V, Capua.

 

2007 Pignataro nel Catasto Provvisorio, «Le Muse», a. IX, n. 1-2, Gennaio– Agosto, pp. 63-69; a. X, n. 1-2-3, Gennaio-Dicembre, 2008.

 

2007 Capua agli inizi del XIX secolo. Studi sul Catasto Provvisorio, «Storia del mondo», n. 51, 31 dicembre 2007.

 

2007 Intendenti della provincia di Terra di Lavoro nel “Decennio francese” (1806-1815), «Storia del mondo», n. 47, 4 giugno 2007.

 

2007 Il consigliere di Stato Luigi Macedonio e la sua memoria del 20 novembre 1806, «Rivista di Terra di Lavoro», a. II, n. 2, Maggio, Caserta. ISSN 2384-9290.

 

2006 Biografie degli intendenti: da Lelio Parisi a Michele Bassi, in Caserta al tempo di Napoleone, Il decennio francese in Terra di Lavoro, a cura di I. Ascione e A. Di Biasio, Napoli, Electa.

 

2006 Il Catasto Onciario di Casanova e Coccagna (1754), «Rassegna Storica dei Comuni», a. XXXII (nuova serie), n. 135, novembre 2006, Frattamaggiore.

 

2006 La famiglia dAzzia di Capua e note biografiche su Alessandro dAzzia (1774- 1834), «Rassegna Storica dei Comuni», n. XXXII - n. 140-14, Frattamaggiore.

 

2006 Affari comunali di Casanova e Coccagna nel “Decennio francese” (1806-15), «Rivista di Terra di Lavoro», a. I, n. 3, Caserta.

 

2006 Lo Stato delle anime di Orta del 1753, pp. 65-75; I Catasti onciari di Orta e Casapuzzano, pp. 76-104; Proprietari e famiglie di Orta e Casapuzzano agli inizi del XIXsecolo. Studi sul Catasto Provvisorio, pp. 140-153, in Note e documenti per la storia di Orta di Atella, a cura del l’Istituto di studi Atellani, Frattamaggiore.

 

2006 Studi sul “Decennio francese”(1806 -1815) in Terra di Lavoro, «Storia del mondo», n. 40, 27 marzo 2006.

 

2006 La famiglia Forgione di Sala di Caserta, «Rivista di Terra di Lavoro», a. I, n. 2, Caserta. ISSN 2384-9290.

 

2006 Caiazzo agli inizi del XIX secolo, Studi sul Catasto Provvisorio (1815), «Archivio Storico del Caiatino», vol. IV, Capua.

 

2005 Mattiangelo Forgione: un casertano nellamministrazione reale di Caserta, «Rassegna Storica dei Comuni», a. XXXI (nuova serie), n. 130-131, maggio-agosto, Frattamaggiore.

2005 I Catasti Provvisori di Calvi, Sparanise e Francolise, Napoli.

2003 Casanova e Coccagna nel Catasto Provvisorio (1815), Napoli.

2003 Studi sul “Decennio francese” (1806 - 1815) in Terra di Lavoro, Napoli.

2003 San Prisco nella seconda metà del Settecento, Appalti, lavori ed attività dell’Università,

San Prisco.

2002 Proprietari e famiglie di Recale agli inizi del XIX secolo, San Prisco.

2002 La montagna e le sorgenti di Sant’Angelo in Formis contese tra la città di Capua e la famiglia Baja di San Prisco, Santa Maria Capua Vetere.

2002 La chiesa arcipretale di S. Prisco e S. Matrona dalle origini alla fine del ‘700, San Prisco.

2001 Proprietari e famiglie capuane all'inizio dell'Ottocento, Santa Maria Capua Vetere (San Prisco 2002).

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato un e-book sulla storia di San Prisco all'inizio del XIX secolo, utilizzando diverse fonti degli Archivi di Stato di Caserta e Napoli, dell’Archivio Comunale di Capua (conservato nella Biblioteca del Museo Campano di Capua e alcune relazioni sulle Visite pastorali dell'Archivio Storico Arcivescovile di Capua.

 

Il lavoro è una rielaborazione dell’opera San Prisco agli inizi del XIX secolo, stampato nel 2000, aggiornato e arricchito grazie alle ricerche storiche condotte in questi ultimi anni sulla storia di San Prisco.

 

Nel primo capitolo sono illustrate le numerose riforme politiche, economiche e sociali attuate nel "Decennio francese".

 

Nel secondo è descritta l'agricoltura nella provincia di Terra di Lavoro all'inizio dell'Ottocento, dandone una visione d'insieme che tiene conto degli apporti dati dai maggiori studiosi in materia. Inoltre, nonostante i limiti posti dalla scarsità delle fonti, in particolare il mancato ritrovamento della relazione del circondario di Santa Maria di Capua della Statistica Murattiana del 1811, si è tentato di esporre per grandi linee l'agricoltura e le altre attività in San Prisco e in particolare l'attività della coltivazione del lino.

 

Nel terzo capitolo si riporta la storia di San Prisco a partire da un documento del 1020 fino alla fine del XVIII secolo che tiene conto dei diversi contributi dati a quest’argomento negli ultimi anni.

 

Il quarto capitolo concerne un approfondito studio sul catasto provvisorio, che mostra: come erano divise le proprietà, il rapporto fra proprietari residenti e proprietari non residenti, le famiglie più diffuse, il peso della proprietà degli Enti e delle Istituzioni ecclesiastiche dopo le leggi eversive della feudalità, e, infine, individua i primi venti maggiori contribuenti del Comune con le rispettive proprietà. In alcuni casi si è ricostruito il patrimonio di tali grossi proprietari attraverso un confronto con gli altri Catasti Provvisori di molti altri Comuni della provincia di Terra di Lavoro, in particolare del distretto di Capua.

 

Nel quinto e ultimo capitolo sono trattale le problematiche relative all'istruzione pubblica, alle attività e agli affari comunali utilizzando il fondo degli Affari Comunali e quello degli Stati Discussi dell'Intendenza Borbonica dall'Archivio di Stato di Caserta.

 

Quest’opera apporta un contributo notevole alla ricostruzione alla storia economico-sociale di San Prisco attraverso la pubblicazione e l’analisi di importanti fonti storiche precedentemente ignorate.

 

In copertina vi è una foto con la Torre civica di San Prisco, detta anche dell’orologio.

 

Sono disponibili i formati PDF ed EPUB

 

 

 

 

 

https://store.streetlib.com/it/luigi-russo/proprietari-e-famiglie-di-san-prisco-agli-inizi-del-xix-secolo/

 

 

 

 

 

 

 

Stampa

Alessandro Del Gaudio - Pittore e scultore

Postato in Artisti

 

Alessandro Del GaudioNato a San Prisco il 4 Maggio 1953, si è formato presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli conseguendo, poi, il diploma di pittura.

Ha scelto Verona come città d’adozione, dove insegna con passione “Discipline Pittoriche” presso l’Istituto d’Arte ed il Liceo Artistico di questa città.

La sua inesauribile ironia è la base di ogni suo discorso. L’ispirazione è occasionale. La tecnica, quasi sempre, è l’acquerello che gli permette di esprimere con immediatezza anche le più piccole emozioni.

Innumerevoli le presenze dell’artista sulla stampa locale e nazionale, in particolare dove lui vive ed opera. Numerosissime le mostre individuali e collettive.

 

Guarda la mostra virtuale 'Parcheggi e Parcheggi' di Alessandro Del Gaudio 

 

Collettive recenti:

  • 2004, “I Cavalli” pro loco Palazzo Reale, Caserta.
  • 2002,"A come Acquarello"Rassegna d'Arte Internazionale" Cavasso Nuovo(PN).
  • 2000,"Anatomia di un Paesaggio" villa Miari Decumani Sant'Elena (PD),"la Donna nell'Arte Contemporanea" palazzo Barbieri Verona.
  • 1999,"un Alfabeto per l'Arte" Cordovato (PN), "Nuevo Umanesimo" Galleria El Soto, Madrid.
  • 1997, "Pittori Viaggiatori" Ass. Cult. CIAC M21, Caserta.
  • 1996 Hall Centre Cardif (GB), "Confini Aperti" Provincia di Trento.
  • 1995, Galleria 331 Brisbane city, Australia.
  • "Morsura Meditterranea" Ass. Cult. La Roggia, Pordenone.
  • 1994, "Dieci anni di Attivita'" studio Il Castello Maddaloni (CE).
  • 1993, "Marginalia" Galleria Pilonova Ajdussina (SLO), 3RT Art Fair Lubiana (SLO).
  • 1992, "Pisa Open" simposio di arte contemporanea Pisa, " Fin de Siecle" Galleria Ausenik Begunie (SLO).
  • 1991,"Incontro con l'Arte Contemporanea" Serra San Quirico (AN), "Ipotesi" Galleria Belle Arti Verona.
  • 1990, "Diverse Vibrazioni" palazzo dei Consoli Gubbio (PG).

 

Recenti mostre personali:

  • 2000, Galleria Societa' Belle Arti Verona.

  • 1998, Ass. cult. La Roggia.
  • 1997, Societa' Belle Arti Verona.
  • 1995, galleria La Fenice Sassari.
  • 1994, Museo d'Arte Contemporanea "E. Sannia" Morcone (BN).
  • 1993, Galleria d'Arte San Rocco Colorno (PR), Galleria "Haus 44" Cuxhaven RFT.
  • 1992, Galleria Mail Art Archive Pisa, Ass Cult. La Roggia Pordenone.
  • 1991, Galleria Cromantica Ceriale (SV), Galleria La Fenice Sassari. 1990, Artefiera 90 Bologna, Galleria Studio Laboratorio Torino.ecc.ecc.

 

 

 

Stampa

Michele Rosmino - Artista presepiale

Postato in Artisti

 

Michele RosminoNato il 13/04/1969, ragioniere, vive e lavora a San Prisco nell’azienda di famiglia, nonostante i suoi incommensurabili impegni ha avuto l’abilità di coltivare in silenzio la nobile passione del presepe prendendo come riferimento le antiche creazioni dei grandi maestri del 700 . Passione che spinge gli amanti del Presepe Napoletano a far continuare questa antica e nobile tradizione. Le sue statuine danno un senso di vita e armonia nel microcosmo del presepe napoletano. Oggi si propone solo per il suo spirito creativo nella reinterpretazione del presepio. I suoi pastori, realizzati secondo tradizione settecentesca (busto in terracotta policroma  con occhi di vetro e abiti di seta), si pongono nella più alta sfera manifatturiera.

 

 

 

 

 

 

Michele con gli amici del presepe durante una manifestazione

Foto di gruppo con alcuni partecipanti

Stampa

Gabriele Marino - Pittore e scultore

Postato in Artisti

 

Bartolomeo Di Monaco

Gabriele Marino risiede a San Prisco in via Capri, 4. La sua abitazione è anche lo studio dell’artista, mentre ha uno studio anche a Napoli, in via Costantinopoli, 19.

Guarda la galleria fotografica

Telefax: 0823/843764 - Cellulare:3334047185 -

Sito web: www.gabrielemarino.net

Nato a Succivo (allora Atella di Napoli) nel 1937 Dopo gli studi al Liceo Artistico di Napoli si diploma all’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Nel 1960 inizia la carriera di insegnante. Protagonista indiscusso nelle tendenze artistiche che hanno caratterizzato fino ad oggi mezzo secolo di produzione artistica. Dal 1958 intraprende l’attività artistica collegata con le più avanzate scuole nazionali e internazionali.

Aderisce al linguaggio informale e, nel 1965, alla POP ART. E’ stato tra i fondatori del “GRUPPO STUDIO P.66" e il suo studio nello storico palazzo Marigliano in via S. Biagio dei Librai divenne anche sede ufficiale del gruppo. E’ stato tra i redattori della rivista “NO”, ha anche aderito alla ”Proposta 66 T.L. e alla Comune 2. Dal 1993 è il direttore del CIAC M.21 di Caserta.

Marino volge lo sguardo, a tratti ironico, su più punti attraverso un linguaggio figurativo, spesso costruito da citazioni e rimandi ma sempre sviluppato con rigore formale e attenzione alla sintassi della composizione.

Gabriele Marino utilizza spesso il tempo presente e le immagini del passato rappresentano il tessuto di conoscenza che trasferisce sulla tela con fantasia sottile e graffiante in un gioco di rispecchiamenti. (Hic et nunc, Maria Grazia Colombo).

Le Opere di Marino si trovano Presso prestigiose Collezioni pubbliche e private, tra cui: Galleria Sperimentale d’Arte Contemporanea “Castello di Rivoli” di Torino - Museo Valladolid (Spagna) – Museo d’Arte Contemporanea di Durazzo (Albania) , Museo di Rende (CS).

La Rivista internazionale FLASH ART, lo ha annoverato nell’ultimo quarantennio trai cento pittori più importanti d’Italia.

Principali Collettive

  • 1972,Collettiva Galleria Stress , Pozzuoli (NA)
  • 1973, Collettiva al lungomare di Diamante (CS)
  • 1974, Collettiva al Centro Studio D’Arte, Torre Del Greco (NA)
  • 1982, “Opere Su Carta” Collettiva al Centro Arte Il Castello Maddaloni (CE) - Italianischen Kultur Instituts Stuttgard “Die Frei Schule” Stoccarda (D)
  • 1986, “ L’Altra Faccia Della Luna “ Pinacoteca Comunale San Severo (FG) - “ Il Clanio “ (Persico, Faraone, Del Vecchio, Marino, Donzelli ) Caivano (NA)
  • 1988, “ Arte Città “ Salone Alicata Napoli - “ Pittore Campani, Tendenze e Evoluzione a cura di B.Maiorino, Cava Dei Tirreni (SA)
  • 1989, Collettiva per D’Annunzio, Studio Modi’, Casagiove (CE)
  • 1994, Artisti per “ Frammenti ” Caserta Vecchia (CE) - “ Napoli Porte Aperte “ Officina 15 , Napoli 1988, “ Arte Città “ Salone Alicata Napoli - Centro Culturale “ Città Nuova S. Maria C.V. (CE)
  • 1998 , “ Arte Sacra “ ,Duomo di Marcianise (CE) - Collettiva a cura di Achille Bonito Oliva alla galleria Mediarte, Caserta

Mail Art:

  • 1980, Mail Art Exibition , Barcellona 
  • 1982, Esposizione internazionale S. Vito dei Normanni (BR) - Mail Art, Teramo - Mail Art, Padova – Fantastic ART,ipotesi per un Linguaggio Artistico Universale, Centro documentazione Arti visive, Castel S. Giorgio (SA)
  • 1983, Salviamo Venezia, Galleria La Roggia, Pordenone
  • 1984, Teatro Contadino Chiama Terra, Cicciano (NA)
  • 1988, Disarmiamo la Violenza, Arci, Angri (SA) - Mail Art, Nocera Superiore (SA)

Recenti mostre personali:

  • 1990, Soletti Caserta – Officina 15 Napoli
  • 1991, Studio Modi’, Casgiove (CE) – Intra Moenia Napoli – Morsura Mediterranea, Studio 10, Zegt (Austria)
  • 1994, Centro Culturale Poiein “Carpe Horas” Napoli – Associazione Culturale Free Days Roma – Rassegna Arte Città, Salone Alicata Napoli – L’ora degli Artist, Galleria La Roggia, Pordenone e Lubiana (Croazia) – Mostra per il G7, Reggia di Caserta – Mostra per il G7, Galleria Eventi 200 Napoli
  • 1995, Galleria Arte Vinciguerra, Bellona (CE) – Officina, Anagni (FR) – Museo Civico, Altomonte (CS)
  • 1996, Arte Napoli, Maschio Angioino Napoli – L’Eloquenza dell’Ironia, a cura di M. Bignardi, Camera di Commercio Caserta – CIAC M21 “Penetrazioni” Caserta
  • 1997, Arte Campos, Museo Valladolid (Spagna) – Spazio Aperto all’Arte, Fiera del Levante Bari
  • 1998, Museo Campano Capua (CE) 2001, Corni d’Autore, Centro Agorà, Napoli a cura di Massimo Bignardi – Cine, Mitografie , Cine club Vittoria Casagiove (CE)
  • 2002, Luce Forme e Colori del 3° Millennio, Silkeborg (Danimarca) – Rassegna Libro d’Artista, Torino – Segna libro d’Artista Napoli – “Una Luce per Sarno”, Palazzo Doria , Angri (SA) – Galleria l’Idioma , a cura della Provincia di Ascoli Piceno
  • 2004, Mostra Antologica Reggia di Caserta - Reportage Galleria d’Arte “Serio” Napoli
  • 2005, Brambari arte, Vario d’Adda (MI) - Over Studio, Torino - Reportage Galleria d’Arte “Serio” Napoli 

 

Galleria Fotografica

Stampa

Bartolomeo Di Monaco - Poeta e scrittore

Postato in Artisti

 


Bartolomeo Di MonacoÈ nato a San Prisco (Caserta) il 14 gennaio 1942 e risiede a Lucca dalla nascita. Vive a Montuolo, una piccola frazione a 5 Km dalla città. Ha diretto il periodico quadrimestrale "Racconti e poesie" (1992–1999), la cui intera raccolta si può consultare presso la Biblioteca Statale di Lucca. È presidente onorario dell’Associazione culturale "Cesare Viviani".

Questo sito utilizza i cookie per una migliore esperienza di navigazione.

Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.

Approvo